Un nuovo amico in famiglia: il cane

Oramai è deciso, dopo tante discussioni in famiglia, la “maggioranza” ha confermato l’intenzione di adottare un nuovo membro in casa: è in arrivo un cane.
Adesso si tratta solamente di scegliere la razza… aiuto, ce ne sono circa quattrocento!!!
Vediamo allora insieme, come affrontare questa scelta:
Innanzitutto, cosa ci aspettiamo dal nuovo arrivato? Deve tenere compagnia ai bambini, fare la guardia alla casa o essere un ausiliario per le uscite del babbo nella caccia?
Quanto spazio abbiamo a disposizione per le sue esigenze, affinché non sia d’impiccio e non soffra di eventuali limitazioni?
Quanto tempo possiamo dedicargli al giorno, per la sua cura, le sue necessità, la compagnia e l’affetto che anche lui merita di ottenere da noi? Possiamo evitare che il papà lo trascuri quando si dedica a giocare sul portale richslots?
Altro punto su cui soffermarci è sicuramente la scelta del sesso: beninteso che tutti siamo consapevoli del fatto fisiologico che una femmina vada in calore, mi soffermerei di più sulla differenza caratteriale tra i due sessi. In animali di grossa taglia questa risulta più rimarcato, il maschio è un “supervisore” che cerca di sconfiggere l’avversario o il concorrente (così etologicamente definirei l’estraneo alla famiglia) con la presenza fisica e delimitando il territorio con l’urina.
La femmina è sicuramente più docile come carattere ma è per indole, una fortissima combattente. Pensate che nel caso di una zuffa, due maschi si mordono ma se uno dei due cede il “vincitore” si allontana, due femmine interrompono la lotta solo con la morte dell’avversaria.
Avete visto quante domande sono d’obbligo quando decidiamo di accettare nella nostra famiglia un nuovo elemento e dobbiamo essere consapevoli delle necessità di qualsiasi essere vivente, compreso il cane!!
Dopo aver risposto a queste domande possiamo cominciare a valutare quale tipo di cane, sia adatto a ricevere ciò che possiamo offrirgli.
Esistono in commercio diversi libri (e siti internet come il nostro) che descrivono tutte le razze, con le loro caratteristiche principali e taglie.
Ricordiamoci che le mode passano molto in fretta, e che pertanto la scelta dovrà essere effettuata cercando di far collimare il nostro carattere, la “nostra” indole, il nostro temperamento a quello di una razza canina a noi più simile.
L’animale si troverà così a non dover reprimere l’istinto e noi goderemo appieno del suo perfetto stato psichico. Importante valutare se il cane potrà vivere all’aperto o se
non disponendo di un area verde, starà in un appartamento. Quindi ponderiamo bene la scelta nel caso in cui il cane necessiti di molto moto quotidiano o se una passeggiatina è sufficiente per i bisogni ed il sofà rimane la sua postazione preferita
Infine, ma non da sottovalutare, attenzione anche ai vicini di casa: potrebbero rivelarsi un grave problema!!
Ci sono leggi condominiali molto precise, ma per quieto vivere sarebbe bene non essere di disturbo con pianti, abbai continui quando qualcuno passa davanti al pianerottolo o ciocche di pelo lungo le scale o sull’ascensore.

Per non intimorirvi troppo prima dell’ingresso nella vostra vita del nuovo amico (canarino o pitone che sia), abbiamo omesso alcune importanti nozioni, che devono essere rispettate come da “Dichiarazione dei diritti” del 14/08/1991.